Caricamento Eventi

« Almanacco

COME SARA’ DAVVERO IL “NUOVO” CORSO DIAZ?

30 Aprile 2023

E’ in corso la gara per aggiudicare i lavori di riqualificazione di Corso Diaz.

Il progetto non è mai stato pubblicato per intero sul sito ufficiale del Comune.

Solo qualche disegno sul sito personale di qualche Dis-Amministratore per le solite esigenze di propaganda.

E’ un intervento che interesserà il centro urbano e la zona commerciale più importante del Capoluogo e che avrà rilevanti ripercussioni sulla vita dei tanti residenti, degli operatori commerciali e dell’intera Comunità.

In base all’articolo 16 del nostro Statuto sarebbe stata necessaria una consultazione popolare trattandosi di una decisione destinata a cambiare radicalmente la configurazione urbana del nostro Capoluogo.

Abbiamo impiegato mesi per ottenere dal Comune gli elaborati del progetto e ne pubblichiamo alcuni per contribuire ad informare correttamente la nostra Comunità.

E visto che non lo ha fatto la Di-Amministrazione, riteniamo opportuno richiamare l’attenzione dei nostri concittadini sui lavori che inizieranno tra qualche mese.

Abbiamo letto che aumenteranno le aree laterali pedonali con l’eliminazione dei marciapiedi e che l’intero Corso Diaz, dall’incrocio con Via Principe di Carignano fino all’incrocio con Via Licinella e Via Rimembranza, sarà trasformato in una corsia aperta al traffico veicolare di tre metri lungo la quale non sarà più possibile né sostare e né fermarsi.

In altri termini, chi percorrerà in auto il Corso Diaz per raggiungere uno degli esercizi commerciali ancora attivi (sono sempre di meno!) o la propria residenza NON POTRA’ PIU’ NEPPURE FERMARSI.

Corso Diaz, quindi, diventerà una “strada a scorrimento veloce“, una specie di autostrada senza neppure una piazzola di fermata o di sosta.

Diventerà difficile anche rallentare visto che carreggiata veicolare di tre metri, uguale per tutta la lunghezza del Corso, non renderà possibile il superamento tra i veicoli in transito.

Dalla relazione tecnica generale del progetto si legge che questa è stata una decisione della Di-Amministrazione Comune alla quale i progettisti (non sanseverinesi, ma montoresi) si sono attenuti (pubblichiamo la parte che lo conferma).

Noi consideriamo questa scelta sbagliata e ipocrita.

Ci sarebbe dovuto essere un confronto trasparente e serio con i cittadini e con il Consiglio Comunale prima di decidere di eliminare la sosta dei veicoli anche in considerazione che tra qualche anno i veicoli saranno tutti elettrici e, di conseguenza, non inquinanti.

Ma addirittura impedire la fermata è completamente sbagliato (se non pericoloso) e penalizzante per gli esercizi commerciali e per i residenti.

Per consentire ai furgoni di effettuare il quotidiano carico e lo scarico delle merci necessarie ai negozi si invaderanno le aree perdonali?

Si farà lo stesso per i residenti di Corso Diaz che hanno bisogno di un veicolo per muoversi (persone anziane o non correttamente deambulanti)?

Cosa accadrà in caso di emergenze per le quali è necessario utilizzare ambulanze o veicoli speciali come quelli dei Vigili del Fuoco?

E’ evidente che la mancanza di trasparenza e di confronto è servita principalmente a “nascondere” la volontà di chiudere definitivamente Corso Diaz al traffico veicolare.

Non si è avuto il coraggio di dirlo apertamente (soprattutto prima della campagna elettorale dello scorso anno!) e si è preferito mantenersi nell’ambiguità per raggiungere lo stesso risultato.

Infatti, percorrere il “nuovo” Corso Diaz in auto senza potersi neppure fermare, serve solo a far finta di mantenerlo aperto ai veicoli perché, inevitabilmente, si arriverà alla chiusura totale dopo aver constatato che è inutile averlo trasformato in una “strada a scorrimento veloce“.

Questo modo di dis-amministrare non è serio e non adeguato alle esigenze della nostra Città.

I residenti, gli operatori commerciali, i nostri concittadini sono a conoscenza di tutto questo?

A01_REV – Relazione Tecnico-illustrativa e specialistica

estrattorelazionetecnic-illustrativaprogettoesecutivo

A10_REV – Cronoprogramma

A11_REV – Fascicolo d_opera

A15_REV – Quadro Tecnico Economico

EG10_REV – Planimetria comparativa tra stato di fatto e progetto

Dettagli

Data:
30 Aprile 2023
Share
INVIA
1
CONTATTACI
Ciao 👋
Come possiamo aiutarti?