COMUNICATO STAMPA: LA SVENDITA DI MERCATO S. SEVERINO È ALLE BATTUTE FINALI. RILASCIATO IL PERMESSO A COSTRUIRE PER ABBATTERE IL VECCHIO PALAZZETTO DELLO SPORT E REALIZZARE UN PALAZZONE PRIVATO. PRESENTATO UN ESPOSTO ALLE AUTORITÀ

Palazzetto dello sport-Mercato San Severino

“Stiamo seguendo da oltre due anni la anomala procedura che l’Amministrazione Comunale ha adottato per far abbattere il vecchio Palazzetto dello Sport di Via Aldo Moro e consentire la realizzazione di un Palazzone di oltre 27 metri per residenze e attività commerciali private. Adesso è stato rilasciato il permesso a costruire a favore dell’mpresa privata. Senza aver eliminato le ombre e le stranezze della procedura e senza garanzie reali per la realizzazione del nuovo Palazzetto dello Sport. Una svendita della nostra Città e una evidente operazione di natura elettorale in vista delle elezioni del 12 giugno”.

Così Giovanni Romano, candidato alla carica di sindaco e coordinatore del Movimento Civico Sanseverinese.

“Abbiamo evidenziato fin dal primo momento le evidenti irregolarità della procedura urbanistica approvata dal Consiglio Comunale nel 2018 che ha riconosciuto come “opera di interesse pubblico” un Palazzone per residenze e locali commerciali privati.

Abbiamo dimostrato che non esiste, agli atti del Comune, il provvedimento di chiusura per presunta inagibilità del vecchio Palazzetto evidenziando che senza questa “provvidenziale” chiusura l’operazione speculativa non si sarebbe potuta avviare.

Abbiamo dimostrato che, nonostante il “favorevole” pagamento rateale, l’impresa concessionaria ha versato in due anni al Comune solo un acconto di 50.000 euro sull’intera somma di 344.000 euro corrispondente al valore dell’area comunale dove ora c’è il vecchio Palazzetto dello Sport che deve essere abbattuto per costruire il Palazzone privato.

Abbiamo evidenziato che, a fronte delle inadempienze del concessionario l’Amministrazione Comunale, invece di procedere con la rescissione contrattuale, ha deciso di continuare ad “aiutare” l’impresa modificando il Contratto di Concessione approvato dal Consiglio Comunale rinunciando al pagamento con soldi veri per accontentarsi di una polizza assicurativa.

Adesso apprendiamo che, nonostante tutto, è stato rilasciato il Permesso a Costruire per abbattere il vecchio Palazzetto ed edificare il Palazzone privato completando l’azione di “soccorso” all’impresa privata e senza alcuna garanzia concreta e reale circa la realizzazione del nuovo Palazzetto dello Sport che, al contrario, si sarebbe dovuto realizzare prima delle residenze private.

E per aprire il cantiere che servirà al Palazzone privato in fretta e furia in vista delle elezioni del 12 giugno, sabato prossimo gli operatori commerciali del mercato del sabato saranno spostati, senza alcuna concertazione con le organizzazioni sindacali, in zone che non rispettano i requisiti previsti dalla normativa regionale in materia di igienicità, sicurezza e organizzazione dei mercati settimanali.

Siamo di fronte ad una ulteriore “svendita” della nostra Città da parte di un’Amministrazione che non tutela gli interessi collettivi, ma solo speculazioni che nulla hanno a che vedere con il bene della nostra Comunità.

Ci siamo rivolti nuovamente alle competenti Autorità Giudiziarie e Contabili per chiedere un intervento che blocchi il permesso a costruire ed eviti il danno grave ed irreparabile per la nostra Comunità conseguente all’abbattimento del vecchio Palazzetto dello Sport.

Abbiamo anche chiesto di effettuare un dettagliato accertamento circa la legittimità e la rispondenza alle leggi di quanto deciso e voluto dall’Amministrazione Comunale”.

Condividi questo articolo su

Articoli pubblicati da giornali e blog locali:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share
INVIA
1
CONTATTACI
Ciao 👋
Come possiamo aiutarti?